FOCUS ON

Pagine

29.10.16

IL TITOLISTA DI BASSANO - AUTORE (EMERGENTE) DEL MESE

Ciao miei carisssssssimi lettori, oggi concludiamo il mese dedicato a Karen e alla sua serie romance con la recensione del secondo volume.
Vi lasci i link degli "episodi" precedenti^^ QUI per la presentazione di tutta la serie | QUI per l'intervista a Karen | QUI per il mio commento (poco sensato) del primo libro, Le cesoie di Busan, e della novella Bad Girl.
Recap fatto, bene ora parliamo di Il titolista di Bassano, sedetevi comodi che come sempre ho le mie tremila cose da dirvi..

Il titolista di Bassano di Karen Waves
Amazon
★★★★★
quando il non-cuore supera tutte le paure

Trama:
Valentina Bisello è una studentessa modello: si è da poco laureata in Business Management con una tesi sulle “Strategie di marketing sciistico in luogo di mare” e ora frequenta un master all’Università di Padova. Sono passati nove mesi e ancora non riesce a dimenticare il suo anno in Corea: sente ogni giorno la sua pazza ex-coinquilina Kim Yae-rim, ma le manca quel certo potatore che ha lasciato a Busan, insieme ai sensi di colpa.
Kwon Won-ho non fa più parte della sua vita, ormai, e deve farsene una ragione. Non era destino e non avrebbero dovuto stare insieme fin dall’inizio. Eppure continua a pensarci, anche se ha cancellato tutte le foto e si ripete che non è niente, che sta bene da sola, che non le serve un uomo per sentirsi completa.
Ma il suo stupidississimo e bellissimo potatore è partito per l’Italia e Valentina lo ritrova nel luogo più inaspettato: Bassano del Grappa, la città dove lei ha vissuto con la famiglia prima di trasferirsi. Appena si vedono, la passione esplode e resistere a ciò che lui le fa provare è molto difficile, soprattutto se le ricorda quello che sentiva nella sua camera in Corea, sulla spiaggia di Gwangalli, nell’atmosfera ovattata della biblioteca, quando si scambiavano baci e carezze (ma ben poche promesse). Ora che Won-ho l’ha ritrovata non la vuole più lasciare, mentre Valentina è divisa tra il desiderio di tenerlo, la paura per il futuro e la disapprovazione della signora madre. Riuscirà la nostra eroina a coronare il suo desiderio d’amore o anche in Italia la sua è una storia dal finale già scritto?

Lo consiglio ?!
Sono le miei prime 5 stelline per un autore emergente, quindi si, direi proprio che è consigliato, super consigliato, decisamente, senza ombra di dubbio e con tutte e due le mani sul fuoco.
Questo libro si ama e basta.
Se Le cesoie di Busan mi era piaciuto, questo l'ho amato perchè abbiamo tutto, una storia con continui colpi di scena e che tiene alta l'attenzione, due personaggi particolari, controversi e con due caratteri forti e una narrazione originale e coinvolgente.
Ritroviamo Valentina, 9 mesi dopo il rientro in Corea, la solita Valentina cinica e scontrosa, che prosegue i suoi studi a Padova. Ritroviamo la sua determinazione a non ammettere i suoi sentimenti.
Ma troviamo anche una nuova Valentina con dubbi e paure, con silenzi che sono ricchi di cose non dette e speranze per un futuro a cui non vuole pensare o sperare.
Troviamo con grande soppressa di Vale anche Won-ho, il cinese del Mattino, vive a Bassano da novembre, ha lasciato la Corea e una famiglia che non accettava le sue scelte per trasferissi nella città in cui aveva vissuto la sua Valentina ma senza contattarla. Orgoglioso Potatore, scusate ma sono super innamorata di lui, pregi e difetti, e purtroppo Won-ho è molto orgoglioso.
Lui a dispetto di Valentina mi è sembrato molto cambiato, cresciuto e indurito dagli avvenimenti degli ultimi mesi. Forse più stronzo, temprato dai litigi con la sua famiglia, ma sempre dolce, nella sua dolcezza fatta di gesti impacciati e occhi profondi.
Sono due personaggi con caratteri forti, entrambi molto orgogliosi, si ritroveranno ad affrontare determinate scelte.
Tuttavia il mio amore per questo romanzo non è dato solo da loro, il loro rapporto che si evolve piano, fatto di passione ma anche decisioni importanti. La cosa che più mi ha colpito in questo secondo volume è la storia, i colpi di scena, è ambientata in Italia e era inevitabile un rientro di Won-ho, ma ogni piccolo atto è stato inaspettato, originale e coinvolgente.
Lo stile e l'energia di Karen sono sempre più presenti, il suo ormai è un tratto distintivo che mi ha convinto fino in fondo.
Sono stata una settimana a pensare a questo libro, a riflettere sui personaggi, la storia, l'ambientazione e la narrazione, niente ho cercato il pelo nell'uovo, ma non l'ho trovato. E ne sono felicissima. ^^
Il finale è meno drastico e drammatico del primo libro, ma comunque io ho una cerca apprensione e ansia per Valentina e Won-ho, aspetto la novella e ovviamente il terzo e ultimo romanzo della serie.
Dai Karen non farmi friggere come una patatina bruciata, voglio sapere cosa combina W daidaidai!!
Bene come sempre le mie recensioni sono uno sproloquio al quadrato, spero di avervi incuriosito ancora di più e se ancora non l'avete fatto leggete questa serie romance. NON VE NE PENTIRETE, anzi se ve non vi piacerà, contattati vi rimborserò i danni ahahah (tanto lo so che tutti voi amerete Vale e Won-ho!!)
Bacetti e buon week end
Co.

Nessun commento:

Posta un commento

Copyright © PALLE DI NEVE DI CO
Template by: La Creative Room