FOCUS ON

Pagine

18.7.17

IL LINGUAGGIO SEGRETO DEI FIORI [Recensione]

RECENSIONE AGGIORNATA

Scusate per il ritardo ma settimana scorsa con il trasferimento a Bologna è stato tutto un po' frenetico. Oggi prima recensione letteraria, nel mio piccolo voglio combattere e far girare la cultura, almeno attorno a me e agli argomenti del blog. Oggi vi voglio parlare di Il linguaggio segreto dei fiori di Vanessa Diffenbaugh.

IL LINGUAGGIO SEGRETO DEI FIORI
di Vanessa Diffenbaugh

Garzanti | 2011 | New Adult | 316p | 9,90€



Victoria ha paura del contatto fisico. Ha paura delle parole, le sue e quelle degli altri. Soprattutto, ha paura di amare e lasciarsi amare. C'è solo un posto in cui tutte le sue paure sfumano nel silenzio e nella pace: è il suo giardino segreto nel parco pubblico di Portero Hill, a San Francisco. I fiori, che ha piantato lei stessa in questo angolo sconosciuto della città, sono la sua casa. Il suo rifugio. La sua voce. È attraverso il loro linguaggio che Victoria comunica le sue emozioni più profonde. La lavanda per la diffidenza, il cardo per la misantropia, la rosa bianca per la solitudine. Perché Victoria non ha avuto una vita facile. Abbandonata in culla, ha passato l'infanzia saltando da una famiglia adottiva a un'altra. Fino all'incontro, drammatico e sconvolgente, con Elizabeth, l'unica vera madre che abbia mai avuto, la donna che le ha insegnato il linguaggio segreto dei fiori. E adesso, è proprio grazie a questo magico dono che Victoria ha preso in mano la sua vita: ha diciotto anni ormai, e lavora come fioraia. I suoi fiori sono tra i più richiesti della città, regalano la felicità e curano l'anima. Ma Victoria non ha ancora trovato il fiore in grado di rimarginare la sua ferita. Perché il suo cuore si porta dietro una colpa segreta. L'unico capace di estirparla è Grant, un ragazzo misterioso che sembra sapere tutto di lei. Solo così il cuore più acerbo della rosa bianca può diventare rosso di passione.

Consigliato perchè è un libro coinvolgente, ti prende e ti porta dentro la vita di Victoria (protagonista), vivendo le sue emozioni e paure.

Una studiata architettura del libro, il punto di vista è sempre quello della protagonista, coinvolge il lettore e con il passare dei capitoli aumenta sempre di più la curiosità di scoprire cosa succederà a Victoria.
Inizialmente l'alternanza temporale mi aveva destabilizzato un po', ma dopo i primi capitoli la storia ha iniziato a prendermi, volevo sapere cosa sarebbe successo alla bambina Victoria e alla diciottenne Victoria.

Nei miei appunti durante la lettura ho ripetutamente scritto la parola PARTICOLARE, una storia fuori dall'ordinario, nuova, che mostra le fragilità di un mondo poco conosciuto, quello delle adozioni.

Ho riscoperto il vero significato di fiducia, punto cardine di tutto il romanzo, infatti è da notare la grande abilità dell'autrice nel riuscire a descrivere in pieno tutte le forti emozioni che Victoria provava.

"Volevo che il suo fiore fosse il biancospino, che avesse il riso sulle labbra e che imparasse ad amare senza paura."

Quando ho finito di leggerlo, ho passato una settimana chiedendomi cosa stesse facendo Victoria con la sua famiglia e il suo negozio di fiori, è strano ma l'autrice è riuscita a trasmettermi un non-so-che che mi ha paralizzato dalle emozioni.
Lo consiglio a chi ama le storie tratte dalla vita reale, in quanto l'autrice si è ispirata alla sua storia di madre adottiva per la trama del libro.
Dopo la lettura del libro mi sono sentita quasi costretta a regalare a tutte le donne della mia vita una rosa rosa non solo perchè a rose is a rose is a rose ma perchè volevo dimostrare a mia volta il mio amore per loro.
Voi avete mai sentito nominare questo libro? Lo avete letto? Fatemi sapere cosa ne pensate!!

Giudizio: 4/5
★★★★
l'amore quello per i fiori, quello delle persone vere.

8 commenti:

  1. Bellissima recensione! Ho letto diversi anni fa questo meraviglioso libro in lingua originale perché consigliatomi da una amica americana! Pensando che non fosse il mio genere , gli ho dato comunque una possibilità, e mi sono dovuta ricredere perché l'ho trovato davvero bello, coinvolgente, profondo e anche emozionante! Sono contenta di aver trovato il tuo blog! E' un angolo molto carino e sono sicura che crescerà sempre di più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille*-*

      per il libro a me aveva incuriosito il titolo ... poi leggendolo me ne sono innamorata...

      Elimina
  2. A me la lettura di questo romanzo non ha entusiasmato, non sono riuscita a provare simpatia per la protagonista...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora io l'ho apprezzato molto.. ma l'ho fatto leggere a mia madre e anche lei mi ha detto che non l'ha convinta tanto proprio perchè non riusciva a capire determinate scelte della protagonista..

      boh per me è un bellissimo libro ma senza alcun dubbio bisogna entrare in sintonia con la protagonista..

      Elimina
  3. Io ho davvero davvero davvero amato questo libro! L'ho letto due volte e lo rileggerei volentierii! A me anche lo stile è piaciuto tanto, e non vedo l'ora di leggere l'altro libro di quest'autrice! *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il secondo libro dell'autrice l'ho comprato appena uscito e ancora non l'ho letto, si sono una brutta persona.. comunque boh è un libro che entra dentro il cuore e per tutte le età, l'ha letto anche mia madre e anche se non ha amato alcune scelte le ha capite...
      niente è proprio un bel libro.

      Elimina
  4. Libro piuttosto famoso, ma che non ho mai letto. Sicuramente da tenere in considerazione.

    RispondiElimina

Copyright © PALLE DI NEVE DI CO
Template by: La Creative Room