8.12.17

ALBERO DI NATALE | Calendario dell'Avvento BL Day 8

Ciao, ciao, ciaooooo... oggi nuovo post dedicato all'iniziativa CALENDARIO DELL'AVVENTO!! Quanto mi sta piacendo leggere tutti i vari articoli delle blogger della Book's League!!
Oggi tocca di nuovo a me e vi parlo dell'Albero di Natale, una tradizione che tutti abbiamo e che in un modo o nell'altro fa parte del Natale!!

Ogni giorno ci sarà un post a tema natalizio, argomenti belli e divertenti e un premio giornaliero per il lettore più bello!!
Come fare per partecipare?
  • commentare i singoli post, lascia la tua email in caso di vincita
  • essere lettore fisso del blog del giorno
  • partecipare all'evento, che trovi QUI
  • FACOLTATIVO ma super apprezzato è l'iscrizione al GRUPPO di Facebook BOOK'S LEAGUE (QUI)

Bene, abbiamo finito le formalità... Ora posso raccontarvi la mia bella storia sull'Albero di Natale!!

Sono stata sempre abituata che l'8 Dicembre si scende in cantina si tira su tutti gli addobbi e alle 15 dopo pranzo, si inizia a 'montare l'Albero'.
In famiglia abbiamo avuto solo un anno un albero vero, che poi mio padre ha ripiantato in giardino, ma è durato solo un estate :/
Da quell'anno (io avevo 3 anni) i miei hanno sempre preferito l'albero "finto", un piccolo abete in plastica di circa un metro. Quando ero piccola io e mio fratello facevamo le gare per vedere chi era più alto.

Comunque dicevo, 15 in punto io e mia madre iniziamo a scartare tutte le cose della scatole, mio padre apre l'albero e mio fratello districa e prova i fili di lucine (c'è sempre un filo che è da cambiare!!)
Poi piano piano montiamo tutto, in un rituale ormai automatizzato, mio padre che gira intorno all'albero e ferma le lucine, io e mia madre che siamo le addette agli addobbi mettiamo tutto, TUTTO, nell'albero, mio fratello sopporta gli scleri di mio padre che non riesce a finire il suo giro di lucine.
Noi, la mia famiglia, siamo abituati a buttarci sempre tutto nell'albero, non abbiamo temi o colori, mia madre è stra attaccata a tutti gli addobbi che nei vari anni ha comprato, la punta di vetro rosa ha ben 27 anni, è tenuta tipo reliquia ovviamente!!

Agli occhi di tutti, l'albero di casa mia risulta sempre pacchiano, pieno zeppo di cose, ma io, io ci leggo gli anni e i regalini che ci siamo fatti. Quegli addobbi fatti in casa perchè non avevamo molti soldi per comprarli e quelli invece comprati nei mercatini di Natale.
Da quando vivo a Bologna, purtroppo non sono riuscita mai a tornare per fare l'albero tutti insieme, e i miei genitori hanno iniziato a farlo qualche giorno prima proprio perchè così l'8 possono venire a trovarmi o fare qualche giro solo loro due^^.

Quindi puntualmente da tre anni ho il messaggio di mia madre con la foto dell'albero, sfocata e segue una telefonata di almeno un ora in cui mi spiega passo passo cosa ha messo (come se fossero cose nuove) mi racconta che mio padre si è bloccato di schiena per montare tutto e che si è rotta una pallina di quelli dorate con le stelle bianche.

Non so voi, ma il messaggio con la foto, per quanto sfocata, mi fa sempre sentire che è Natale.
Ovviamente da tre anni, addobbo un minimo casa mia, a Bologna, o almeno la mia stanza, e il primo Natale che ero via, mia madre si è presentata a Bologna con un mini alberello di Natale e due palline di vetro che erano addobbi storici dell'albero di casa.

Va beh avete capito che questo post è un po no sense, avevo voglia di parlarvi dell'Albero di Natale perchè è una cosa che amo e adoro...
Dai ditemi un po' voi cosa fate, come addobbate (se seguite un tema o un colore) o se avete qualche storia da raccontarmi..
Il commento più emozionante si vince un segnalibro molto speciale :)

PS: grazie sempre a tutti per assecondare i miei deliri, mi fate sentire meno sola^^

5 commenti:

  1. Ciao Co! 😊 Che bello questo racconto dell'albero della tua famiglia...e di tua mamma così emozionata che ti racconta per filo e per segno tutte le decorazioni! 🎄
    Nella mia famiglia la cosa assomiglia un po' alla tua situazione, nel senso che anche noi abbiamo avuto un albero vero un anno, quando ero ancora agli inizi delle scuole elementari, ma dopo aver perso una mareeeea di aghetti in giro, i miei hanno optato per quello finto (e quello vero è stato piantato in giardino per "infoltire" la siepe.
    Quello finto è un albero bello folto che è alto più di un metro (ma non l'ho mai misurato di preciso)... ma che fatica aprire tutti i rami e rametti per evitare che ci siano buchi qua e là, ed ammassi verdi tutti dallo stesso lato! XD ).
    Comunque anche la mia famiglia ha sempre tenuto con molta cura gli addobbi anno per anno, a prescindere che avessero un "tema"... sono un insieme di ricordi degli anni e non si buttano (a nebo che non si rompa qualche pallina o stellina). Noi mettiamo anche gli angioletti, gli animaletti e via dicendo, compresi i "lavoretti" fatti a scuola parecchi anni fa. ;-) Immancabili sono le lucette, il cui filo viene disposto con cura da mio papà (chissà perché è sempre del papà questo compito?), che si diverte molto a cambiare le musichette ogni tot di ore (sì le lucine hanno il trasformatore per alternare le musichette ed il ritmo di illuminazione 😊 🎄).
    Le addette ad appendere gli addobbi siamo io e mia sorella, mentre mamma da lontano ci dice dove vede dei "buchi da riempire" e che effetto fa. Non abbiamo un giorno ed un'ora precisa per prepararlo, però è sempre stato una gioia.
    Negli ultimi anni però abbiamo dovuto attuare una tattica di "salvezza" indovina per cosa? Per preservare gli addobbi dalle grinfie del gatto!! 🐈 Lui adora ogni cosa appesa, quindi pensa che sia un enorme gioco tutto per lui! 🐱 😂 così l'unica soluzione è stata quella di addobbare l'albero fino "a 3/4" partendo dalla cima (dove c'è sempre una stella ⭐) e lasciando quei dieci quindici centimetri "solo verdi" sul basso per evitare di attirare l'attenzione del gatto 😂
    Non sarà l'albero più bello del mondo, ma a noi va bene così 😉 🎄

    La mia e-mail è lamarama86@gmail.com e mi sta piacendo molto questo vostro calendario dell'Avvento 👏 😍 🎄

    RispondiElimina
  2. Ahahah. Bella storia ;)
    Anch'io, fin da piccola, l'albero lo abbiamo fatto sempre l'8... tranne quest'anno :( Troppe cose da fare e poco tempo.
    Spero di riuscire a farlo settimana prossima.

    RispondiElimina
  3. Ciao che bello questo tuo post .
    Io quest'anno alberello piccolo.

    RispondiElimina
  4. Ciao! Ho letto solo ora questo post, ma tranquilla che è talmente dolce e personale che il nonsense non si nota nemmeno! xD

    Le tradizioni di Natale sono qualcosa di meraviglioso, non c'è altro in grado a tal punto da riunire la famiglia e farla sentire parte di qualcosa di..magico?
    Non so, da me il Natale vuol dire tante cose, ma soprattutto sono i Jingle Natalizi che partono a settembre, le prove dei biscotti fin da ottobre e infine l'albero e le decorazioni puntualmente la terza settimana di Novembre. il mercoledì/giove/vene rdì portiamo su gli scatoloni e l'albero (anche noi finto, se no poveri alberelli veri!!), e la domenica lo si fa.

    Io e mia mamma siamo le addette ai lavori, nel senso che sotto la direzione di mia madre scarto l'albero, lo monto, apro i rami, metto su le luci (almeno due fili e sempre bianco caldo, ci piacciono così!) e infine decidiamo come decorarlo.

    Generalmente ci finiscono su tutte le più strane e bizzarre palline che nel corso del tempo abbiamo collezionato, ci sono alcune che addirittura erano dei miei nonni, del loro primo natale..quest'anno invece no, mia mamma ha fatto gran parte delle decorazioni a mano, tra palline e forme in stile shabby che lei adora, quindi praticamente è venuto fuori un albero bianco, grigio e rosso...ma è carino comunque, soprattutto è fatto con tanto, tantissimo amore! ^^

    Finito tutto, mia sorella arriva e mette la sua pallina bianca e rosa che le ha regalato il nonno al suo primo Natale.

    Il tutto con sottofondo musicale in tema, il film ELF OBBLIGATORIAMENTE in proiezione e se finisce prima di noi si va di dvd sul Natale di topolino& co.

    Ovviamente in contemporanea, il mio fidanzato e mia sorella divorano i biscotti allo zenzero e cannella sul divano (commentando come se fossero i deisgner ufficiali dell'albero in piazza Duomo..), insomma, ci si diverte e si fa gli scemi!


    Da mio papà è un po' diverso, in pratica in modo defilato, appena sono tutti fuori faccio un blitz in cantina, prendo tutto e come un bravo elfo di Babbo Natale decoro ogni angolo del soggiorno pregando che nessuno arrivi prima che abbia finito...in questo modo me li fanno lasciare fin dopo Natale, perchè nessuno ha voglia di togliere tutto, ma sono un po' degli Scrooge anti-conformisti anti-consumisti... ç_ç


    Oddio che papiro, bè..ognuno ha le proprie tradizioni e il bello è proprio che sono tutte diverse! ^^

    RispondiElimina
  5. Per me l'albero è sempre fonte di stress! E' sempre meno di quel che mi aspetto.. Lo vorrei con degli addobbi come piacciono a me per forme e colori (ma sono carissimi!), folto, alto... Alla fine non è male, ma mi viene l'ansia a pensare di spacchettarlo, fargli posto, montarlo, addobbare... Per abitudine alla fine mi butto sempre su rosso e oro (quando avrò modo cambierò con blu e argento o verde e oro, in entrambi i casi con elementi bianchi) più un mix di varia addobbistica a cui sono legata o che mi piace oltre a strisce colorate e palline. Poi le luci sempre colorate e qualcuna bianca. Non so se questa festa la ami o la odi XD Sono un pò confusa. Principalmente per come confusamente ed amaramente mi è sempre stata fatta vivere per un motivo e per l'altro e poi sempre il mito che il natale altrui è meglio in tutto: albero, compagnia, addobbi, regali, assenza di solitudine, etc... Famiglie confuse generano prole confusa!

    RispondiElimina

Copyright © PALLE DI NEVE DI CO
Template by: La Creative Room