Pagine

15.2.17

MARATONA HP - Discussione cap 1/18 di HP e La camera dei segreti

Ciao miei carissimi potteriani, si ho avuto grandi difficoltà nell'organizzare questo mese la Maratona, scusatemi!!
Ma comunque oggi ci sono e sono pronta a parlarvi di Harry Potter e La camera dei segreti!!!!
Ci eravamo lasciati con Harry che saliva nell'auto dello zio, pronto ad affrontare un'estate da babbano per poi ritornare al suo mondo per il secondo anno ad Hogwarts.
Riprende così questo secondo libro, con l'estate di Harry con gli zii, un incipit più descrittivo rispetto a quello del primo libro. Un capitolo che è un equilibrio perfetto di nuovi e vecchie informazioni, se ci fossimo dimenticati qualche passaggio del primo libro, eccoci che la penna della zia Rowling ci ricorda tutto quello essenziale al proseguimento della storia. Il tutto senza appesantire o risultare lento.
Ah gli incipit della Rowling!!!
Proseguendo abbiamo come sempre la presenza soffocante, ignorante e opprimente della famiglia Dursley, il loro rapporto con Harry è peggiorato, ora che lui sa di essere un mago, loro lo trattano con ancora più diffidenza e ostilità.
Ma la novità dei primi capitoli non sono i Dursley bensì Dobby, un elfo domestico esuberante che si è preso a cuore la vita di Harry. Beh lui è senza dubbio l'emblema di questo libro, l'ho amato, è un personaggio importantissimo sia per questo libro che per tutta la storia.
La felicità di quando riceve il calzino è contagiosa, ci fa capire come è importante essere liberi. *sigh, già mi vengono le lacrime a pensare a Dobby*
Oltre a Dobby, l'inizio è caratterizzato anche dai Weasley, finalmente li conosciamo tutti e per bene, conosciamo la Tana e con Harry capiamo cosa vuol dire essere una famiglia. Molly è una super mamma!! Quanto li amo tutti insieme^^
Grazie alle stramberie del signor Weasley, Harry e Ron riescono ad arrivare a scuola anche senza l'Hogwarts Express!!
Beh che dire il rapporto tra Ron e Harry si rinforza sempre di più, la loro amicizia è contagiosa, l'uno è la spalla, la spinta di coraggio e fiducia dell'altro.
Arrivati con molte peripezie ad Hogwarts devono affrontare punizioni, lezioni, allenamenti di Quiddich e la vita della scuola è sempre così movimentata, e noi che la leggiamo ci siamo dentro, fino al midollo, lo stile dell'autrice è unico soprattuto per questo, la sua capacità di descrivere un mondo magico e farcelo vivere come se fosse normale! Ho già detto che amo la Rowling ?!?
Tuttavia ad Hogwarts le cose strane e misteriose non possono mancare. Un mostro si aggira per la scuola, un mostro che cinquant'anni fa aveva ucciso una ragazze e che tutti credevano rinchiuso.
Beh che dire, in questo secondo volume della storia veniamo a conoscenza di molte notizie, soprattutto su Hagrid. Sappiamo perchè è stato espulso dalla scuola, capiamo il suo legame così profondo con Silente, unico che l'ha sempre difeso.
Ma notizia delle notizie, abbiamo un incontro diretto con Tom Marvolo Riddle, il sedicenne ragazzo che diventerà Lord Voldemort.
La scena di dialogo tra lui e Harry nella camera dei segreti è una delle mie preferite, soprattutto per l'astuzia con cui questo personaggio è stato costruito. I dettagli... non aggiungo altro!!
Purtroppo in questo libro mi è mancata un po' la presenza degli altri personaggi, Neville, del primo libro, avrei voluto vederlo un po' più presente. Tuttavia abbiamo tra i personaggi Ginny, quella piccola rossa, sorella minore dei Weasley, che a me personalmente piace, piace il suo carattere e purtroppo la incontriamo per la prima volta inerme e succube del potere oscuro. Per fortuna avremmo modo di conoscerla meglio!!
Mi è piaciuto moltissimo la conclusione, Hermione che torna a braccia aperte tra Ron e Harry, il rientro di Hagrid nella Sala Grande.
Come ultima considerazione vorrei soffermarmi su Silente, magico in tutti i sensi. Lui che sa, lui che capisce prima di tutti, lui che ci rivela informazioni che ora come ora ci sembrano irrilevanti ma non lo saranno.
Lui è forse il personaggio che amo di più di tutta la saga. Mi incanta sempre con il suo modo esuberante e pazzo di fare, ma che diventa subito serio e determinato. È un personaggio forte, un uomo saggio che si rivela a noi poco per volta.
.."Harry, tu parli il Serpentese" disse calmo Silente, "perchè Voldemort - che è l'ultimo discendente rimasto di Salazar Sempreverde - parla il Serpentese. A meno che io non mi sbagli di grosso, la notte in cui ti ha lasciato quella cicatrice ti ha trasmesso alcuni dei suoi poteri. Anche se di certo non ne aveva intenzione..."
"Voldemort ha messo un pezzetto di sé dentro di me?" chiese Harry trasecolato..

Beh che altro dire, sono curiosa di sapere voi cosa ne pensate di questo secondo volume. Avete più paura dei ragni come Ron o del basilisco?!? Io lo confesso, il basilisco mi mette sempre molta ansia, ma ritrovarsi davanti ad Aragog me l'ero dimenticato quanto potesse essere traumatizzante!!
Fatemi sapere cosa ne pensate dai, dai, e mercoledì prossimo confrontiamo il libro con il film!!
Grazie ancora per la pazienza e per la partecipazione è veramente bello rileggere questa saga con voi :)
Co.

14 commenti:

  1. Dobby...scusate vado a piangere...no okay ci sono!

    Secondo me questo è il libro che più di tutti anticipa il finale (di cui non dirò altro, in caso qualcuno che non ha ancora letto la saga legga questo commento! u.u), ci sono disseminati tantissimi indizi! Tanto per dire che la Rowling è assolutamente geniale!
    Poi c'è la famiglia Weasley e come si fa a non amarla? *W*
    La Tana sembra un posto fantastico, un posto magico!
    Vorrei anche dire qualcosina sul Basilisco, ma niente...io sono ancora traumatizzata! ahahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. effettivamente più lo rileggo, soprattutto questi primi libri che era tantissimo che non li rileggevo, più mi rendo conto che la Rowling è un'autrice unica, ha creato una saga, consapevole anche del più piccolo dettaglio...

      ps: DOBBY :'(

      Elimina
  2. Il tuo post riassume davvero bene tutto il libro :) anche io ho sentito la mancanza di neville e mi sembrava che ginny comparisse di piu durante tutta la storia, invece solo verso la fine ha un ruolo attivo, prima era molto più una comparsa.
    Mi sembra che ti sei dimenticata di parlare di un altro dei nuovi personaggi, allock, l'ho trovato davvero insopportabile, più di quanto ricordassi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ho parlato di lui perchè lo odio, Allock è forse uno dei personaggi più odiosi di tutta la saga eheheh
      ginny è un po' una scoperta in questo libro, piccola patata (io la adoro!!)
      ps: per il giveaway n 2

      Elimina
  3. Questo capitolo è un pò così per me...non riesco a trovare simpatica Ginny...di tutti i Weasley è quella che proprio non digerisco. Figuriamoci un libro dove lei è una parte importante. A parte questo, la vita alla tana e lo shopping per l'inizio della scuola...adoroooooo *_* gli gnomi da giardino poi me li ricordo ancora, avevo sulla play station uno il gioco di Harry e dovevo catturarli e lanciarli...bellissimiiiii XD In settimana guardo il film per il confronto finale di settimana prossima :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il gioco di Harry sulla play è stata una fase per tutti eheheh
      scusa se non sono riuscita a fare il confronto tra il libro e il film (datemi il giratempo di Hermione ^^)
      però dai Ginny a me è sempre piaciuta.. ha un bel caratterino che verrà fuori nei prossimi libri :P
      ps: per il giveaway n 3

      Elimina
  4. Io, come al solito, sono indietro, sono al capitolo 13 :D Spero di riuscire a terminare la lettura entro questo fine settimana. Che dire... l'incipit di questo secondo libro lo trovo molto più digeribile di quello del primo libro, perché non mi ha annoiata. Della famiglia Weasley dico solo che sono fantastici, li adoro tutti, persino Percy :D
    Allock... *mumble mumble* è così stupido che alla fine gli vuoi anche bene. Insomma, non è che non ci provi, solo che è capace a combinare solo pasticci xD
    Silente è sempre Silente e cosa gli vogliamo dire. Confesso che, leggendo a-posteriori la storia (cioè, sapendo come continua e come si conclude) sono più severe nei confronti di Silente, perché non è che abbia detto sempre la verità, se non alla fine e... insomma... a quel punto non aveva molta importanza, no?
    Comunque, resta un gran bel personaggio e le sue uscite mi fanno sempre morire dal ridere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, ehi se mi tocchi silente io ti scateno Fuffi ehehehe Silente è un personaggio molto particolare, anche la Rowling lo ha detto, lui è uno che sa tutto, noi lettori capiamo solo che sa molto più di quello che appare agli occhi di Harry però lui doveva fare così, non puoi buttare addosso verità così preoccupanti su un bambino di 11 anni... Harry aveva bisogno di crescere e capire il suo ruolo prima di venire a conoscenza di determinate cose... spero che ci sarai anche per il prossimo libro.. si sono in ritardo anch'io :)
      ps: per il giveaway n 4

      Elimina
  5. Amo il secondo Harry Potter quasi quanto il primo, perché ancora stiamo scoprendo qualcosa di nuovo di quel mondo magico, a cominciare dalla Tana (quanto vorrei che i miei piatti si lavassero da soli a colpi di bacchetta) per passare attraverso Magie Sinister (perché anche il mondo magico ha il suo retro della medaglia) e tanto altro. Al solito, è questo che più amo di Harry Potter, più ancora delle vicende. Ciò che trovo incredibilmente affascinante è il fatto che quella donna già sia consapevole di quello che accadrà, e non solo nella trama in generale, ma in quei particolari che solo chi ha già letto la saga può ora, in seconda rilettura, apprendere appieno. Voldemort che ha lasciato un pezzo di sé in Harry... Piton che sembra capire tutto con una sola occhiata... tante piccole cose che lì per lì per noi non avevano il significato che hanno ora. Ecco, il signor Riddle l'ho trovato totalmente diverso da Voldemort. Come si rende piacevole alle persone, è una dote che il Voldemort come lo conosceremo noi non potrà vantare. Noi conosceremo una creatura sadica, priva di umanità, che genera solo la paura, la dittatura, ma non il rispetto. Riddle invece, genera ammirazione, sa anche dimostrare empatia, se c'è un tornaconto. Insomma, Riddle ha un'anima. E ce l'ha anche se manda a uccidere una ragazzina e mira a uccidere Harry.
    E Dobby? Piccolo cucciolo dolce... Una delle più belle invenzioni della Rowling.

    RispondiElimina
  6. Ciao Consuelo e ciao a tutte! FInalmente ho terminato la mia lettura! In generale questo volume mi ha fatto provare una gran tensione, sarà anche perché non ero a casa mia e l'ho letto in vacanza mentre ero in una baita in mezzo al bosco... fatto sta che mi ha reso inquieta, non tanto l'incontro con i ragni o il basilisco, ma il semplice fatto che ci fosse un nemico invisibile di cui non si potevano prevedere le mosse, e che agiva da un momento all'altro, così che nessuno poteva sentirsi al sicuro. Essere accompagnati dai professori non da tutta questa fiducia visto che non nascondono la loro stessa preoccupazione, e spesso si nota che brancolano nel buio. Se non ci fossero Harry, Ron ed Hermione! Poi Silente sì, sembra sapere tutto e ciò nonostante, non fa nulla: ora, io non ho letto tutta la serie dunque non so cosa accade perché non ricordo nemmeno tutto dei film che ho visto anni fa, ma il mago deve fare passare tutto questo, a Harry? Quanto lo mette alla prova!! Va beh, magari interverrebbe se le cose si mettessero davvero male (come quando arrivano la fenice e il cappello parlante con la spada) ma di certo mi sembra molto severo, visto che nella sua importante lezione c'è a rischio la vita di un ragazzino. L'altra cosa per me molto inquietante, è stata che di questo mostro invisibile, Harry poteva sentirlo parlare, e questo parlava sempre di uccidere! Brr... Poi non so voi, ma a me, anche nel film, mi dava una grande inquietudine anche Mirtilla Malcontenta. Nel libro non mi ha fatto lo stesso effetto, però si tratta di una bambina morta ammazzata! Non so come, ma nel film mi era suonato come violenza, mentre nel libro è come se la Rowling avesse smorzato i toni, visto che Mirtilla, alla fine, sembra quasi sentirsi importante e speciale quando Harry si interessa alla sua morte, come se per la prima volta fosse stata considerata. Ecco, è triste sì, ma nel libro è come se fossi entrata nella testa della ragazzina e ho percepito la sua bizzarra rivalsa! Inutile dire che il sense of humor della Rowling mi ha colpito anche stavolta, e in più di un'occasione!
    Riguardo a Riddle, la parte iniziale in cui Harry parla con lui attraverso il diario e poi vi entra, è meravigliosa *__* Poi io non sapevo che fosse il ricordo di Voldemort, quindi sono rimasta a bocca aperta e ho esclamato "nooooo!" quando l'ho letto! Fantastico! L'autrice è davvero abilissima a tracciare sottilmente tutto il suo intreccio per poi sorprenderti quando meno te l'aspetti.
    Devo dire, però, che a parte l'incipit, tutta la parte scolastica tra l'arrivo di Harry a Hogwarts e la prima aggressione, l'ho trovata un po' noiosa. Da una parte è vero, sembra di vivere lì dentro ed essere a scuola; è curioso e interessante, ma dopo un po', ho sentito la mancanza di azione (a parte il diversivo del "complimorte"; geniale!).
    Molte di voi hanno visto Ginny come una comparsa, eppure io l'ho percepita e notata parecchio: l'altro "noooo!" che ho esclamato durante la lettura, è stato quando ho "visto" che era stata rapita dal mostro. Mi fa tanta tenerezza! Piccolina, è così ingenua! *__*
    Al contrario, Dobby l'ho trovato piuttosto irritante (un po' come quello che prova Harry per lui, credo!) ma il personaggio che ho più detestato in questo libro è stato il professore Lockhart. Scusate, ho letto che voi nominavate un certo Allock: è la stessa persona? Nella premessa di questo libro c'è scritto che sono state cambiate le traduzioni di alcuni nomi rispetto alla prima edizione... che casino! A me, ad esempio, piaceva più Paciock che Longbottom come cognome di Neville! XD
    Per il resto, adoro Hagrid...
    Il finale del libro è epico e meraviglioso, ancor meglio del primo libro! Le parole di conforto di Silente sono bellissime e me le sono segnate *__*
    Non vedo l'ora di leggere il terzo, ma stasera vedo di guardarmi il film!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora... si Allock è lo stesso è il professore, che io ho omesso dal mio resoconto perché lo odio e vorrei eliminarlo eheheh... Dobby beh io non l'ho trovato mai irritante mi ha sempre fatto ridere il suo modo di comportarsi... per Silente, beh tu ovviamente hai un quadro limitato e vedrai che alla fine della saga capirai molte più cose.. solo che si effettivamente l'avete notato già in due che lui mette a dura prova Harry, beh io credo che voleva assicurarsi una crescita determinata per Harry così da prepararlo... Silente è un personaggio molto particolare, molto più criptico e controverso di come appare anche dai film... immagino l'inquietudine se l'hai letto in mezzo al bosco eheheh a me mette sempre molta ansia..
      mi spiace che ti sia sembrata noiosa la prima parte.. effettivamente non abbiamo lo stupore e meraviglia del primo libro, dove tutto ci appare nuovo e incantevole.. il complemorte è un'altra cosa che adoro e che potevano mettere anche nel film!!!
      per mirtilla condivido a pieno quello che dici e anzi mi ha dato molto fastidio quando nel film l'hanno resa molto più "stupida"... è sempre una ragazzina morta!!!
      dai ora il terzo libro.. è il mio preferito, tra il libro e il film li adoro!!
      ps: per il giveaway n 5

      Elimina
  7. Ciao cara! I tuoi riassunti sono sempre un po' pazzerelli, ma splendidi..! ^^

    Che dire, questo secondo mi è piaciuto ancora più del primo, ho trovato e ritrovato la magia di Hogwarts e l'emozione di "sconfiggere il male" con il mitico trio..tuttavia mi è sembrato scorresse troppo in fretta, troppo veloce e in men che non si dica ero già al finale.
    Mi è sembrato come se non riuscissi a gustarmi appieno la lettura, seppur l'ho letto nei 14 giorni stabiliti. Certo è una lettura che ho adorato, ma avrei voluto non finisse tanto presto! :(

    Di positivo c'è che non solo la Rowling ci mostra il mondo magico e il suo fascino, ma letto da un bambino potrebbe sfiorare l'horror e quando Sabato ho fatto vedere al mio fidanzato il film ispirato al libro è rimasto traumatizzato dai serpenti e dal basilisco..ok che ha una fobia per i ragni, però ho capito tutta la mia avversione per questo secondo libro rispetto agli altri della serie quando ero più piccina! U_U
    Tutto questo per dire che la Rowling dà e la Rowling prende e a differenza del primo libro è tutto molto meno..fiabesco? Innaturalmente meraviglioso? Sembra tutto più reale con uno sguardo anche al lato oscuro della magia..non so se mi sono spiegata, ma è una lettura che ho apprezzato soprattutto per questo motivo! :)

    Ho già ordinato il terzo libro che arriverà a breve..sono curiosa di sapere che effetto mi farà la sua rilettura! Sto riscoprendo Harry e il mondo magico dopo tanto tempo ed è un "viaggio" che mi sta davvero piacendo..! *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma povero il fidanzato.. l'hai praticamente torturato ahahahaha
      si in questo libro la magia ormai è reale, non è più una novità, e anzi vogliamo di più e proprio per questo la Rowling ci fa scoprire anche un lato più oscuro, come dici te...
      beh io sto amando tantissimo rileggere tutto harry così, perché era veramente tanto che non rileggevo soprattutto questi primi e boh mi fa strano ritrovarmi in queste pagine, ricordare momenti e paure della prima lettura.. tra il basilisco e Aragog non so cosa mi faccia più paura ahahah
      ti aspetto per il prossimo libro, è il mio preferito!!
      ps: per il giveaway n 6

      Elimina

Copyright © PALLE DI NEVE DI CO
Template by: La Creative Room