Pagine

18.7.16

ANCORA UN PO' DI CHARLIE di Melissa Pratelli, AUTORE (EMERGENTE) DEL MESE

Ciao lettori, si sono leggermente in ritardo con la programmazione ma tanto lo sapevo che in questo periodo avrei avuto molte difficoltà a rispettare il mio programma!!
Comunque eccoci con l'appuntamento dedicato all'autore emergente, questo mese conosceremo un romanzo e un'autrice presente nel catalogo della Dark Zone, l'associazione culturale che tuttttti voi dovete conoscere. punto.
Quindi non perdiamoci in chiaccccchere inutile, partiamo.

Autore: Melissa Pratelli
Titolo: Ancora un po' di Charlie
Contatti: pagina facebook dell'autrice
Casa editrice: Dark Zone
Anno pubblicazione: maggio 2016
Genere: Romance - Young Adult
Pagine: 400
Prezzo: 0,99€ ebook - disponibile cartaceo 12€
Acquistabile su Amazon
Trama:
Charlie e Grace sono amici sin da piccoli. Si sono conosciuti di fronte alla scuola materna e da quel momento non si sono più lasciati.
Charlie è un tipo solare, espansivo, perfettamente a suo agio in mezzo agli altri. Grace, all’opposto, è taciturna, brontolona e dal carattere molto difficile, viene definita dalla sua stessa madre “diversamente socievole”.
 Il giorno del dodicesimo compleanno di Grace, accade qualcosa che porta i due amici a litigare. Charlie legge il diario di Grace e la ragazza, sentendosi tradita dall'unica persona di cui si fida, lo caccia via. Il caso vuole che poco tempo dopo Grace debba trasferirsi con la famiglia in Arizona, lasciando per sempre NY e il suo amico. Cinque anni dopo Grace torna nella sua città natale e non c'è stato giorno negli ultimi anni in cui non abbia provato rimorso per essersi comportata in modo così stupido con il suo migliore amico. Grace comincia così una disperata ricerca di Charlie, cercandolo nei luoghi che avevano popolato la loro infanzia e, alla fine, riesce ad incontrarlo.

Notizie sull’autore
Melissa Pratelli è nata a Pesaro, sulla riviera Adriatica. Dopo aver frequentato il liceo linguistico nella sua città, si è laureata presso la facoltà di lingue e letterature straniere di Urbino, perseguendo la sua passione per le lingue. Sin dalla tenera età, ha amato i libri e la lettura e la sensazione travolgente di perdersi dentro nuovi mondi e nuove storie.
Da sempre amante del genere fantasy in tutte le sue sfumature, esordisce con il primo volume di una saga urban fantasy intitolato "I Figli di Danu: Il Richiamo" pubblicato in prima edizione nel 2011 e in nuova edizione nel 2015 insieme al secondo volume della saga, “La Confraternita”. Il suo ultimo romanzo, “Ancora un po’ di Charlie”, appartiene invece al filone romantico e young adult, un genere che ha da poco imparato a conoscere e ad amare.

* Nel parlare con l'autrice le chiesi se c'era un messaggio particolare che voleva trasmettere ai lettori con il suo romanzo.
Volevo rivivere e far rivivere quei sogni e quei momenti tipici dell'adolescenza in cui si provano i primi sentimenti, si scoprono nuovi lati di sé, si costruiscono i legami più duraturi. Il romanzo è una specie di sogno adolescenziale ad occhi aperti che sottolinea l'importanza della vera amicizia.

Estratto:
Credi che Nicole sarebbe infastidita dal fatto che mi abbracci?» chiese incerta.
Charlie pensò che se Nicole li avesse visti cinque minuti prima gli avrebbe asportato chirurgicamente i testicoli ma decise di indorare un po’ la pillola per Grace. «Beh, diciamo che non ne sarebbe proprio felice...»
Grace annuì. «Immaginavo. I vari film che ho visto sull’argomento suggerivano questa ipotesi!» Charlie fece spallucce. Non voleva mancare di rispetto a Nicole ma per lui toccare Grace era sempre stata una cosa normale. Era come se fossero parenti.
«Meglio evitare in sua presenza, in pubblico ecco» suggerì, sperando che Grace non se la prendesse.
«Sì, potrebbe sembrare strano.» All’improvviso sembrò realizzare una cosa e aggiunse: «con questo non voglio dire che non devi più abbracciarmi o prendermi la mano! A me piace che mi tocchi!»
Charlie abbassò lo sguardo e si morse un labbro. «Quest’ultima frase ha un significato piuttosto equivoco» le fece notare. Grace sbuffò. «Solo perché sei tu a essere equivoco»

Questo è tutto, lunedì prossimo pubblico la recensione, per ora sono a metà del libro e mi sta piacendo, spero che il resto sia all'altezza delle aspettative eheh
Ci leggiamo in settimana e scusate la mia poca presenza!!
CO.

Nessun commento:

Posta un commento

Copyright © PALLE DI NEVE DI CO
Template by: La Creative Room