Pagine

30.4.16

IL SILENZIO DEGLI INNOCENTI, Recensione + Sfida di Film 016

Ciao miei cari sognatori, oggi si torna a parlare di film e della Sfida di Film 016... siamo arrivati alla quarta tappa, quarto mese, l'obbiettivo di Aprile era un film di un genere che non guardate spesso.
Io ho scelto un thriller tendente all'horror, molto sanguinolento e vecchia scuola, Il silenzio degli innocenti!!
Ti lascio il trailer del film !!
Questa è la mia mini recensione a questo capolavoro di film.
Titolo: Il silenzio degli innocenti (The Silence of the Lambs) (premio oscar miglior film 1992)
Regista: Jonathan Demme (premio oscar miglior regia 1992)
Attori principali: Jodie Foster (premio oscar miglior attrice protagonista 1992), Anthony Hopkins (premio oscar miglior attore protagonista 1992), Scott Glenn, Anthony Heald
Genere: thriller
Uscita: 1991
★★★★★

E' un film che avevo sempre voluto vedere da quando mi sono appassionata alla serie tv Hannibal. Diciamo che ho iniziato a "documentarmi" su questo serial killer, infatti in programma ci sono i libri e l'ultimo film che non ho visto. E' in assoluto il serial killer che tutti conoscono anche per sentito dire ma io volevo scavare più a fondo, vedere come era nato.
Tornando al film, un bellissimo film del 1991, ha vinto premi prestigiosi, ignoravo che avesse vinto così tanti premi oscar!!
Ti travolge, mette i brividi, suspance e per chi non è abituato, come me, a questo genere rimarrà per tutta la durata con il fiato sospeso, per l'ansia!!
L'interpretazione di Anthony Hopkins è surreale, è Hannibal in tutte le sue sfumature. Mi ha convinto al 100% e visto il premio oscar devo dire che ne convinse molti anche quando usci il film!! Per quanto riguarda Jodie Foster anche lei mi ha stupito positivamente, è una degna co-protagonista, riesce a sostenere il peso di avere accanto a se un Hopkins veramente centrato. Che dire entrambi sono stati magistrali, ho vissuto le loro emozioni, un'interpretazione riuscita su tutti i piani.
E' un film del 1991 quindi non ci possiamo aspettare gli effetti dei film moderni ma è comunque ben fatto, mi ha stupito anche sotto questo aspetto, mi aspettavo che si notasse di più il divario dai film ultra tecnologici.. invece è proprio un bellissimo film, con attori meravigliosi, che ti fanno vivere a pieno tutte le scene.
Ovviamente è un thriller e i colpi di scena non mancano e vi confesso che alcune scene le ho viste con gli occhi coperti, le mie coinquiline mi hanno preso il culllll, ma a me facevano venire un'ansia... haha
Ve lo consiglio a tutti quelli che sono affascianti da questo personaggio e dai thriller...
Ora tocca a voi, lasciate un commento con una mini recensione (o il link della recensione se l'hai pubblicata in qualche spazio virtuale !!) del film che avete scelto..
Sabato prossimo (7 Maggio) pubblicherò un post con tutte le vostre recensioni e il tema di Maggio !!
Sono curiosa di leggere i vostri commenti con i vostri film...
Bene stacco, domani ci sarà un bel recap del mese di Aprile
Buon popcorn
Co.

6 commenti:

  1. Io ho scelto American sniper. Film di guerra non mi piacciono almeno non come è stato fatto questo.
    Qui la recensione:
    http://lostupendomondodeilibri.blogspot.com/2016/04/film-mania-american-sniper.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bellissima recensione.. questo film è toccante, l'ho visto a gennaio e mi è piaciuto particolarmente anche se ci sono moooolte cose che non mi hanno convinto

      Elimina
  2. Ciao! Io per questo mese ho scelto di guardare Babadook, un horror. Io non guardo quasi mai film di questo genere perchè sono una fifona facilmente impressionabile XD
    Nonostante ciò, il film mi è piaciuto. Sicuramente emozionante, mi ha tenuto costantemente in tensione e ogni tanto mi è scappato qualche urlo a causa dei colpi di scena, quindi direi che è ben riuscito nel suo intento!
    Il finale mi ha lasciata interdetta, non mi sarei aspettata che le cose sarebbero andate così. Nel complesso, un buon horror, ma non amando il genere non mi sento di dargli più di tre stelle.
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti capisco anch'io non vado matta per gli horror e se decido di guardarli sono sempre in compagnia, di giorno con tutte le porte aperte ahahah

      Elimina
  3. Per questo mese ho deciso di guardare Foxcatcher!
    Mark Shultz è un lottatore a livello agonistico. Viene allenato da suo fratello, anche lui un ex allenatore. Una gara importantissima è in arrivo e, viene assoldato da un altro preparatore, John Du Pont, che gli promette grandi cose. Anche se, all'inizio, tutto sembra andare per il meglio, non tutto quello che luccica è oro...
    Come previsto dalla sfida, dovevo vedere qualcosa di un genere non affine ai miei gusti. In realtà, il genere drammatico mi piace molto, ma era proprio la trama in sè, il fattore della lotta, che mi faceva desistere dal guardarlo, quindi ne ho approfittato!
    All'inizio troviamo Mark Shultz che ama ciò che fa e tutti i suoi sacrifici vengono ripagati dalle sue vittorie. Ha un legame speciale con suo fratello, David Shultz. Essendo più giovane è anche più fragile, meno espansivo, forse a causa dell'assenza di un padre. Ed è per questo che, quando John Du Pont vuole prendersi "cura" di lui e della sua carriera, Mark non riesce a non accettare, a non affezionarsi; in effetti sembra debba sempre accontentarlo, in tutto, ha paura di perderlo, che anche lui se ne possa andare. O almeno, è ciò che è arrivato a me.
    Purtroppo però, le cose, piano piano si fanno più complicate, e John si rivela per ciò che è veramente.
    Questa storia vera mi è piaciuta e mi ha lasciata perplessa allo stesso momento. Se in alcuni punti ero incuriosita, in altri non capivo tanto il senso; ma probabilmente è a causa della trama che non rientra nei miei gusti, in generale.
    Un punto molto a favore del film, sono, invece gli attori.
    Channing Tatum interpreta Mark Shultz e, pur essendo il "peggiore" tra i tre principali, mi ha stupita, con un'interpretazione molto buona per ciò in cui siamo abituati a vederlo. John Du Pont viene interpretato da Steve Carell che lo fa in maniera realistica. Oltre ad essere cambiato quasi totalmente d'aspetto, ci mostra qualcosa che non abbiamo mai visto, stravolgendo l'idea che abbiamo di lui. Il suo personaggio è viscido, mette paura e ciò traspare. Infine, David Shultz, il fratello di Mark, viene interpretato da Mark Ruffalo, che non dona niente di nuovo, è quello più "scontato", ma solo perchè è sempre bravo e ci ha abituati bene.
    Insomma, vi consiglio questo film perchè fa riflettere, ci racconta una storia vera, una storia interessante. Il mio voto è di tre stelle!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bellissimo commento.. io questo film non l'ho visto ma sono curiosa di vedere Channing Tatum in una veste diversa... mi dovrò decidere a guardarlo..

      Elimina

Copyright © PALLE DI NEVE DI CO
Template by: La Creative Room