Pagine

6.4.15

IL PRIMO BACIO A PARIGI, IO LEGGO

Buoncaffè lettore, oggi per una dolce pasquetta io ti lascio il mio commento per il romanzo della read along, Il primo bacio a Parigi. Ti ricordo che fino a domani puoi partecipare al giveaway !!!
Autore: Stephanie Perkins
Titolo: Il primo bacio a Parigi
Titolo originale: Anna and French Kiss
Casa editrice: DeAGOSTINI
Anno pubblicazione: 2015
Genere: New Adult, Romantico
Pagine: 428 pagine
Prezzo: 14,90€ (FELTRINELLI)
STELLE: 4 su 5 un libro per ragazzi che anche i più "adulti" dovrebbero leggere, dolce, ironico, coraggioso!

Trama:
Notre-Dame. 
Anna è pronta a passare un ultimo anno di liceo indimenticabile insieme alla sua migliore amica e a un ragazzo che sta diventando il suo ragazzo. Ma il padre ha deciso di regalarle un'esperienza altrettanto indimenticabile: un anno in una scuola internazionale a Parigi. Peccato che Anna non riesca a prenderla con altrettanto entusiasmo: non sa una parola di francese, si sente l'ultima arrivata e non riconosce neanche il cibo che trova a mensa. Per fortuna nei corridoi si scontra con quanto di più interessante la città possa offrirle: Etienne St. Claire. Occhi splendidi, capelli perfetti, un'innata gentilezza e un'irresistibile ironia: St. Claire ha proprio tutto... anche una fidanzata, purtroppo! Per quanto Anna cerchi di non infilarsi in una situazione complicata, Parigi non è proprio la città adatta per resistere a una cotta colossale... {retro ed. " DeAgostini"}

Lo consiglio?!
4 stelle su 5 dovrebbero dire tutto (!!), Romanzo che mi ha stupito in positivo, non mi aspettavo una storia così "matura" per un New Adult. 
Parliamo del libro... Il personaggio centrale, femminile, Anna è {FINALMENTE} una ragazza coerente, ho apprezzato tutto di questo personaggio, la sua decisione nelle sue azioni, lontano anni luce da personaggi femminili banali che sono alla ricerca dell'eterno amore... E' finalmente un personaggio femminile costruito benissimo, con un ottimo senso dell'umorismo e un carattere unico, ricco di sfumature e con delle debolezze, come il resto dei personaggi presenti nel romanzo. L'autrice ha fatto un lavoro bellissimo nella costruzione del suo "cast" di personaggi.  
Parliamo di Etienne St. Claire, è per colpa sua che non c'è un 5 su 5, il suo tentennare tra Anna e Ellie mi innervosiva, come Anna non riuscivo a capire come potesse stare con una ragazza che non amava più. Però come ho già detto, anche lui è un personaggio molto studiato, un bello ma non banalmente bello, è un bello con debolezze e un senso di ironia, un equilibrio perfetto.Ho apprezzato il gioco di ruoli tra Etienne e St. Claire!!! Tra gli altri personaggi ho amato Rashmi, un personaggio inizialmente solo accennato ma che sul finale del romanzo appare in tutta la sua struggente storia, una parallela a quella di Anna che l'autrice accenna solo negli ultimi capitoli, mentre Anna stava finalmente capendo tutta la "verità". chissà se sarà affrontata negli altri libri della serie, non credo ma sarebbe troppo bello riavere Rashmi.
Per quanto riguarda la storia leggendo le prime pagine diresti bhe banalità della banalità, ragazza incontra "per caso" ragazzo affascinante, si innamora di lui ma lui è fidanzato; e invece già al secondo capitolo la storia si evolve con colpi di scena (l'autrice inserisce anche una nota di drammaticità, improvvisa) che rendono tutto l'insieme elegantemente originale. Il ritmo è accattivante non ti staccheresti mai dal romanzo e quando finisce senti un vuoto nell'aver perso Anna e Etienne. 

Una bellissima ambientazione, Parigi, con il suo indiscusso fascino, rendere veramente il tutto magico. 
Ti racconto un piccolo aneddoto che mentre leggevo il libro mi è tornato in mente... Quest'estate sono stata a Parigi, nove giorni da sola per mettermi alla prova, per crescere, sai dove sono andata appena arrivata ?! Proprio lì al punto zero, davanti alla maestosa Notre-Dame, il mio punto zero è stato quel viaggio, sono tornata nuova, e credo proprio che Anna sia tornata nuova, più matura e consapevole di se stessa perchè in tutto il romanzo si vede un miglioramento, un percorso di formazione che la porta lì a capire che anche lei non vuole rimanere sola, che anche lei ha quella stessa identica paura di Etienne (non St. Claire), che anche lei è riuscita a superarla.  
Bhe mi sono rivista molto in Anna, in ogni sua scoperta, nel sopravvivere e nel VIVERE emozioni in una città nuova, il mio trasferimento a Bologna è stato per volontà mia, ma ritrovarsi sola e inizialmente sentire la solitudine è stato duro, ma come Anna anch'io ho imparato, credo di essere cresciuta e boh tornando a parlare del libro, che altro aggiungere è di una leggerezza spiazzante, ironico, divertente, unico. 
Io sono dell'idea che i libri sanno che in quel preciso momento tu servi a loro, e quando lo lessi io avevo bisogno di un lieto fine, di sapere che a vent'anni si deve essere leggeri e vivere con spensieratezza. Ecco ho ritrovato tutto in questo romanzo. {ti prego non prendermi per pazza, non parlo ai libri e neanche li sento parlare ma è il subconscio che li attira a me!!}
Scusami ma con questo romanzo ho scritto papiri di appunti che mi è venuto un post stra lunghissimo, spero che ti piaccia, il post, il libro, il mio blog e se ti va lascia un commento !! :) *felice* 
BUONANOTTE ETTORE, CO. 

9 commenti:

  1. Ciao! Devo ammettere che mi ha stupito molto anche a me, visto che solitamente non leggo molti Young Adult! E' stata una piacevole sorpresa, tanto che ho subito acquistato in ebook il secondo e il terzo in lingua originale. Però il terzo libro "Isla and the Happily Ever After" non l'ho ancora iniziato! E' li che attende che io finisca altri libri prima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che bello leggi molto in lingua !!! *invidia pura* ahahahahh

      io ora dovrei leggere il secondo appena uscito in italia ma non ho lo spirito giusto quindi mi sa che aspetterò un po' !!!

      comunque Anna and the french kiss è stata una bella sorpresa :)

      Elimina
    2. Si in effetti leggo la maggior parte dei libri in lingua inglese anche perché il più delle volte, le traduzioni italiane, lasciano un pò a desiderare! Devo ammettere che il terzo libro della serie di Stephanie Perkins non l'ho ancora iniziato perché mi sono lasciata condizionare da molte recensioni negative in giro per il web! E solitamente non mi lascio influenzare dalle opinioni o dalle recensioni negative! Anzi a volte proprio ciò che non piace agli altri, piace a me! In questo momento sto leggendo il secondo libro della serie King, Tyrant di T.M Frazier ed è semplicemente stupendo! Questo genere di libri sono quelli che preferisco infatti faccio un pò fatica a lggere gli Young Adult! Ma appena avrò finito Tyrant, riprenderò la serie della Perkins!

      Elimina
    3. non la conosco la serie che stai leggendo.. mi documenterò ahahah

      comunque si fai bene a leggere in lingua, io ancora sono sotto shock dalle traduzioni orrende dei titoli !!!
      Anch'io non amo molto il YA, vado a periodi ahahah

      Elimina
  2. Mamma mia io ho amato questo libroo!! *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io ho anche il secondo da dicembre dell'anno scorso e ancora non l'ho letto... comunque si è proprio carino un sacco questo libro e questa autrice..

      Elimina
  3. Ahahah, anch'io dico che sono i libri a chiamare quando è il momento di leggerli! 😂😂😂 Ovviamente non è esattamente così, ma è la spiegazione migliore in parole povere! 😂😂😂
    Questo romanzo l'ho visto qua e là quest'estate, sembra molto carino, e la copertina mi piace molto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheheh concordo in pieno ahahah
      comunque è molto carino... e l'autrice ha uno stile veramente coinvolgente.. peccato che la nuova edizione italiana hanno fatto una cover con dei macarons che proprio non mi piace... ehehe

      Elimina

Copyright © PALLE DI NEVE DI CO
Template by: La Creative Room