Pagine

7.1.15

LA MORTE DI IVAN IL'IC, I MIEI CLASSICI

Ciao lettore, oggi (ovviamente con un giorno di ritardo) inizio uno dei progetti di cui ti avevo già parlato.. La nuova rubrica letteraria 'I MIEI CLASSICI'
Oggi quindi iniziamo con La morte di Ivan Il'ic di Lev Tolstoj, libro che ho scoperto grazie alla mia insegnante durante il quarto anno di liceo. { Grazie prof, con lei ho scoperto un autore fantastico }
L'edizione che ho io, l'ho trovata in un mercatino di libri usati, quindi l'ho pagata anche poco e risale al 1976 !!! (lo custodisco come oro, non so per quale motivo, ma le stampe datate mi attirano tantissimooooo)

Autore: L. Tolstoj
Titolo: La morte di Ivan Il'ic
Casa editrice: consiglio sempre la Garzanti che ha delle ottime traduzioni
Anno pubblicazione: 1886
Genere: Filosofia, Racconto breve
Pagine: 97




Trama:
Consapevole del fatto che la sua vita è giunta al termine a causa di una misteriosa e in-diagnosticabile malattia, il quarantacinquenne Ivan Il’ic Golovin, consigliere di Corte d’appello presso il palazzo di giustizia di Pietroburgo, si trova a dover fare un triste bilancio della sua esistenza.

Lo consiglio ?!
Questo è uno dei racconti più noti di Tolstoj e decisamente tutti lo devono conoscere, pochi scrittori sono capaci di passare dalla commedia alla tragedia senza sbavature. L'autore riesce a combinare l'eccellenza del suo stile con la sua spiccata capacità di raccontare i sentimenti umani, puntando il dito sui reali valori e sulle imposizioni della società.
Tolstoj rappresenta una società composta da persone che davanti alla morte di un uomo pensano soltanto alla possibilità di sviluppo della loro posizione sociale. Emblematiche sono le prime scene dello scritto: in un tribunale arriva la notizia della morte di Ivan Il'ic e i suoi colleghi oltre ad essere accomunanti da un sentimento di gioia, la morte ha preso qualcun'altro, immediatamente pensano a come questo evento, la morte del protagonista, possa influire sulle loro posizioni lavorative.
Il racconto si sviluppo sulla spietata e solitaria battaglia che deve affrontare il protagonista, contro il pensiero fisso della morte, che lo perseguita e lo rende sempre più vulnerabile. Tuttavia in questa lotta scopre i veri valori della vita che lo porta a rivedere i rapporti umani.
Uno stile asciutto e un messaggio carico di morale rendono ancora più rilevante questo racconto. Riflettendo sulla morte del protagonista, Tolstoj vuole dare insegnamenti sulla vita, Ivan comprende solo in punto di morte, ciò che è veramente importante, e capisce che tutta la sua vita è stata una costruzione.
E' senza ombra di dubbio consigliato, la prima volta che lo lessi mi sconvolse mi ci vollero tre letture intere per iniziare a capire il messaggio. Non dobbiamo vivere come Ivan, in mezzo alla menzogna, circondati da ipocrisia, dobbiamo Vivere.

Lo hai mai letto questo incantevole racconto? Conosci Tolstoj? Se ti piace il libro, la nuova rubrica o semplicemente vuoi salutarmi lascia un commento.

Nessun commento:

Posta un commento

Copyright © PALLE DI NEVE DI CO
Template by: La Creative Room